Celebrazioni religiose, istituzionali e culturali per ricordare Don Aldo Mei nel 73° anniversario della sua morte

Celebrazioni religiose, istituzionali e culturali per ricordare Don Aldo Mei nel 73° anniversario della sua morte

Il 73° anniversario di don Aldo Mei sarà celebrato con una serie di iniziative che inizieranno il 3 e termineranno il 6 agosto, interessando i territori di Lucca, Capannori e Pescaglia: tre luoghi simbolo di questa triste pagina di storia in cui si ricorda il sacrificio del religioso caduto la sera del 4 agosto 1944 sotto il fuoco di un plotone di esecuzione nazista. Le iniziative sono promosse da Provincia di Lucca, Comuni di Lucca, Capannori e Pescaglia, Unione Comuni Mediavalle del Serchio, Istituto Storico della Resistenza e Arcidiocesi di Lucca, enti che hanno sottoscritto un protocollo d’intesa specifico per ricordare e far conoscere la figura di Don Aldo Mei.

Ricordare oggi, a 73 anni di distanza, il sacrificio di Don Aldo Mei, significa non solo avere memoria del nostro passato, perché è attraverso la comprensione e la conoscenza di quello che è stato che è possibile capire il presente, ed essere sempre vigili contro la sopraffazione, l’intolleranza, la violenza.

Le celebrazioni avranno inizio il 3 agosto a Fiano (Pescaglia), dove nella chiesa parrocchiale fino al 6 agosto sarà ospitata la mostra documentaria «Don Aldo Mei e gli altri, il sacrificio del clero lucchese nella Resistenza», a cura del Comune di Pescaglia in collaborazione con Pier Paolo Filippini e Maria Elena Moriconi (orario visite: dalle 16 alle 19).
Sempre il 3 agosto, alle 17, a Fiano è in programma la passeggiata sul Sentiero della Pace e della Memoria che dalla frazione del comune di Pescaglia porta fino al Monte Acuto.
La giornata proseguirà a Lucca, dove, nel parco di Villa Bottini, sarà proiettato alle 21.30 il film di Roberto Rossellini ‘Roma città aperta’ del 1945 (versione restaurata), con introduzione a cura dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Nell’occasione la proiezione sarà ad ingresso gratuito.
Ancora il 3 agosto a Ruota, paese natale di Don Aldo Mei, si terrà l’iniziativa ‘Aldo e Arturo, due uomini di pace’,  letture di una raccolta di scritti di Don  Aldo Mei e Don Arturo Paoli, a cura di Emmanuel Pesi storico e referente del progetto ‘La Via della Memoria’ e Silvia Pettiti del Fondo di Documentazione Don Arturo Paoli, interpretate da Francesco Nutini e Lorenzo Ricciarelli della Compagnia Teatro Giovani di Lucca, con  l’intervento musicale di Nicoletta Del Carlo, violino e Jacopo Phelan, pianoforte a cura della Civica Scuola di Musica di Capannori. Sono previsti gli interventi di Emmanuel Pesi e di Mario Barsocchi, ricercatore della storia e delle tradizioni locali.
Sempre a Ruota,  nella sala parrocchiale, dal 3 al 6 agosto sarà possibile visitare la mostra “L’amore non muore, Don Aldo Mei martire della carità” a cura di Emmanuel Pesi e dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca, integrata con foto dei familiari di Don Aldo Mei raccolte da Mario Barsocchi (orario: dalle 18 alle 21).

Il 4 agosto – giorno in cui cade l’anniversario dell’uccisione del sacerdote lucchese – è denso di appuntamenti: si inizia a Lucca alle 10 nella chiesa della Santissima Trinità in via Elisa dove sarà celebrata la Santa Messa in memoria di don Aldo Mei. Al termine della funzione sarà deposta una corona al cippo commemorativo sugli spalti delle Mura. Alle 18 nella chiesa parrocchiale di Fiano verrà celebrata una seconda funzione religiosa in memoria del sacerdote.
Alle 21 infine, alla Pia Casa di Lucca, dove don Mei trascorse le sue ultime ore, è in programma un monologo teatrale in memoria di don Aldo Mei, interpretato dall’attrice Simona Generali, a cura di Luciano Luciani, Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca. Il monologo si intitola “Margherita, la suora del brodo” e parte dalla testimonianza di Margherita, suora vincenziana che confortò don Aldo nelle ultime ore della sua vita e sarà replicato domenica 6 agosto alle ore 19.30 a Ruota. La conclusione della serata sarà al cippo commemorativo, sulle musiche eseguite da Cristina Papini dell’Associazione Musicale Lucchese.
Saranno presenti i camminatori di Ruota che partiranno a piedi nel pomeriggio dal paese natale di Don Aldo Mei per raggiungere la Pia Casa in serata.

Le iniziative proseguiranno il 5 agosto a Fiano, dove alle 21, sul piazzale della Chiesa parrocchiale, sarà replicato il monologo teatrale con Simona Generali.

Infine il 7 agosto a Ruota, alle 18.30 Santa Messa in memoria di Don Aldo Mei, a seguire replica del monologo teatrale ed infine, alle ore 20, momento conviviale.

Le iniziative sono state promosse in collaborazione con: Associazione Musicale Lucchese, Opera delle Mura, Parrocchia di Fiano, Parrocchia di Ruota, Civica Scuola di Musica di Capannori, Fondo Documentazione Arturo Paoli.

CENNI BIOGRAFICI

Il 4 agosto 1944 alle 22.00, sugli spalti delle Mura di Lucca a Porta Elisa, don Aldo Mei viene fucilato da un plotone della Wehrmacht e sepolto nella fossa che egli stesso era stato costretto a scavarsi.
Il giorno successivo, ottenuto il permesso dal Comando tedesco, verso le 10.00, la salma dissepolta è traslata presso le suore Barbantine di Lucca in via Elisa. Presenziano a tale pietoso ufficio don Emilio Micheli; don Giorgio Bigongiari, che alcune settimane più tardi sarà a sua volta ucciso dai tedeschi; don Arturo Paoli; don Guido Staderini; don Fortunato Orsetti della Misericordia; suor Margherita delle Suore di San Vincenzo.

Don Aldo Mei, nato a Ruota di Capannori nel 1912, entrato in seminario a 14 anni, era stato consacrato sacerdote nel 1935. Parroco di Fiano, un piccolo paese sui colli tra la Val Pedogna e la Freddana nel Comune di Pescaglia, il 2 agosto 1944 è arrestato dai tedeschi, in seguito a una delazione che lo denuncia come vicino alle formazioni partigiane operanti nella zona. Ristretto nella Pia Casa in via Santa Chiara a Lucca, sottoposto immediatamente a un processo sommario, il giovane sacerdote è condannato a morte.
A nulla valgono gli sforzi dell’Arcivescovo di Lucca, mons. Torrini, per strappare il sacerdote alla voglia di vendetta degli occupanti ormai prossimi alla ritirata.

Il 30 luglio 1977 il ministero della Difesa e il presidente della Repubblica hanno concesso a don Aldo Mei la medaglia d’argento al valor militare (alla memoria). Nell’ottobre del 1968, mons. Bartoletti, amministratore apostolico di Lucca, ha provveduto all’inoltro di un processo informativo di beatificazione per don Aldo Mei. Il 31 ottobre 1987 la salma del sacerdote, con una solenne cerimonia, è stata consegnata alla comunità di Fiano e inumata in quella chiesa parrocchiale.

INFO: Provincia di Lucca – tel. 0583-417481 – email scuolapace@provincia.lucca.it

Cinque serate di osservazione astronomica a cura dell’osservatorio di Vorno nella settimana della notte di San Lorenzo

Cinque serate di osservazione astronomica a cura dell’osservatorio di Vorno nella settimana della notte di San Lorenzo

Nella settimana della notte di San Lorenzo l’osservatorio astronomico e ambientometrico situato a Vorno in località ‘Gallonzora’  diretto da Matteo Santangelo, presidente di IRF (Istituto di ricerche fotometriche), effettuerà alcune serate speciali di osservazione astronomica sia nella stessa sede dell’osservatorio che sul territorio. Un’occasione per tutti gli appassionati di astronomia di osservare il cielo con la guida di esperti in un periodo particolarmente interessante dell’anno, perché vede il passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi, fenomeno comunemente chiamato ‘stelle cadenti’. Le prime due serate di osservazione, per le quali non è necessaria la prenotazione,  si svolgeranno sabato 5 e domenica 6 agosto alle ore 21 a Villa Lazzareschi di Camigliano nell’ambito di ‘Calici di Stelle’, l’iniziativa dedicata alla degustazione dei migliori vini prodotti dalle aziende associate alla Strada del Vino e dell’Olio di Lucca, Montecarlo e Versilia con i banchi di assaggio a cura dei sommelier FISAR della delegazione Lucca e Garfagnana.

Mercoledì 9 agosto a partire dalle 21.30 il telescopio dell’osservatorio si sposterà in un’altra suggestiva location, ovvero villa Gambaro a Petrognano, eccezionale punto di osservazione sulle colline capannoresi. Anche in questo caso non è necessaria la prenotazione.
Giovedì 10 agosto, notte di San Lorenzo e venerdì 11 agosto, a partire dalle ore 22 le serate di osservazione astronomica saranno realizzate all’osservatorio astronomico di Vorno. Per parteciparvi è necessaria la prenotazione da effettuare all’Ostello “Il Rio di Vorno” (telefono 0583 971081 349 5197799; info@ilriodivorno.it.).  Tutte le iniziative di osservazione sono gratuite.

“Queste  serate di osservazione astronomica rappresentano un’occasione importante per tutti gli appassionati di osservare la volta celeste in un periodo che vede interessanti fenomeni astronomici con  strumenti adeguati e la guida di esperti – afferma l’assessore al turismo Serena Frediani -. Voglio ringraziare il direttore dell’Osservatorio per la sua disponibilità a spostarsi sul territorio e a collaborare con eventi di promozione del territorio e dei suoi prodotti. L’osservatorio è una struttura all’avanguardia che rappresenta un importante supporto alla comunità scientifica e che è a disposizione di tutti i cittadini ed anche delle scuole per la divulgazione scientifica sul territorio”.

L’osservatorio astronomico e ambientometrico di Vorno è aperto  dal giugno  2010  ed ha svolto finora una intensa e importante attività sia nel campo della ricerca scientifica, così come testimoniato da importanti scoperte e pubblicazioni scientifiche a livello internazionale, effettuate anche in collaborazione con prestigiose istituzioni di ricerca estere, che nel campo della divulgazione e dell’ausilio alla didattica come dimostrato dalla presenza di alcune migliaia di visitatori, provenienti non solo dalla Lucchesia ma anche dal resto d’Italia e perfino dall’estero.
Il sito internet ufficiale dell’osservatorio (tecnicamente chiamato Oac – Astronomical Observatory of Capannori) è www.irf.lu.it.

Nasce “Capannori Free”, la nuova rete wi-fi gratuita del Comune

Nasce “Capannori Free”, la nuova rete wi-fi gratuita del Comune

Trenta punti wi-fi posizionati nei luoghi più strategici del territorio, dal palazzo municipale ai poli culturali, dalla via Francigena ai parchi, per connettersi gratuitamente a internet 24 ore su 24 con una velocità paragonabile a una moderna adsl. E’ questa “Capannori Free” la nuova rete senza fili che il Comune di Capannori, grazie a un cofinanziamento della Regione Toscana, ha attivato.

Un’infrastruttura tecnologica che è uno dei punti principali del percorso di digitalizzazione e di promozione turistica dell’amministrazione comunale. Proprio per questo stamani (venerdì) al parco pubblico di Guamo è stata presentata dal sindaco Luca Menesini.

Nata sulla base di “Freeinternetwifi”, la prima rete senza fili del Comune, dalla quale eredita circa la metà delle postazioni, “Capannori Free” è a “burocrazia zero” ed è pensata tenendo al primo posto il concetto di semplicità. Per registrarsi gratuitamente è sufficiente possedere un account Facebook oppure un numero di telefonia mobile italiano e un indirizzo email valido. Seguendo la procedura guidata, in meno di due minuti la registrazione sarà completata e ci si potrà connettere a internet per consultare le news sul telefono, fare una diretta Facebook, pubblicare una foto su Instagram, effettuare una videochiamata Skype o svolgere qualsiasi altra attività. Dall’accesso successivo connettersi sarà ancora più semplice, perché il sistema memorizzerà i dati sul dispositivo (smartphone, tablet, computer o altro).

Il cittadino o il turista, rispetto a quanto avveniva con la vecchia rete in cui il limite era di un’ora al giorno a utente, non dovrà nemmeno tenere sotto controllo la durata del proprio collegamento, visto che è attiva 24 ore su 24. Sono inoltre presi alcuni accorgimenti tecnici per garantire la qualità della connessione, prevenendo gli abusi.
“Una rete wi-fi di qualità, che innalza il livello dei servizi offerti dalla città di Capannori – ha dichiarato il sindaco, Luca Menesini -. Avere una connessione internet oggi è quasi essenziale non solo per accedere ai servizi online offerti dalla pubblica amministrazione ma anche per tutta una serie di attività entrate nella nostra quotidianità, come leggere notizie oppure acquistare un biglietto per il treno. Il wi-fi è inoltre un servizio a valore aggiunto per i turisti, italiani e stranieri, che possono cercare informazioni sul nostro territorio e, perché no, condividere sui social network le foto più belle di Capannori e dei suoi paesi. Ecco perché riteniamo la nuova rete wi-fi particolarmente rilevante per lo sviluppo e per la promozione di Capannori”.

Ecco i 30 punti dove è possibile collegarsi alla rete “Capannori Free”: Matraia belvedere zona chiesa, Valgiano zona chiesa, San Pietro a Marcigiliano area a verde (nuovo), Petrognano zona chiesa (nuovo), San Gennaro Palazzo Boccella, Marlia piazza don Carlo Matteoni (nuovo), Marlia sportello al cittadino sud – mercato, Segromigno in Monte parco “Pandora” (nuovo), Lammari parco “Ilio Micheloni”, Lunata zona area a verde via dei Giomi vicino via Pesciatina (nuovo), Capannori palazzo comunale, Capannori piazza Aldo Moro, Capannori sala consiglio comunale, Capannori area mensa, Capannori parco pubblico, Capannori Arté, Capannori via Carlo Piaggia, Capannori museo Athena, Tassignano Artémisia biblioteca Ungaretti, Tassignano Artémisia parco, Verciano area incrocio via dei Boschi via di Ponte Strada (nuovo), Guamo parco via Nuova di Guamo (nuovo), Vorno Ostello “Il Rio di Vorno”, Massa Macinaia campo sportivo (nuovo), San Leonardo in Treponzio sportello al cittadino sud, S. Andrea di Compito area Mostra Antiche Camelie della Lucchesia – Centro Culturale Compitese, S. Andrea di Compito Camellietum Compitese (nuovo), Castelvecchio di Compito parco piazza Signorina Gina (nuovo), Castelvecchio di Compito belvedere (nuovo), Ruota parcheggio vicino chiesa (nuovo).

Alcuni punti wi-fi del territorio, come quello nei parchi di Segromigno in Monte, Guamo e Lunata sono più evoluti. Oltre alla connessione mettono a disposizione di cittadini e turisti un tavolo con sedute e uno schermo touch su cui visualizzare liberamente informazioni istituzionali e turistiche grazie al progetto “Capannori Infotec”. Le tre postazioni sono accessibili alle persone con disabilità.

Capannori, quindi, è sempre più connessa.

La biblioteca comunale rimarrà chiusa dal 1 al 4 agosto per attività di riordino

La biblioteca comunale rimarrà chiusa dal 1 al 4 agosto per attività di riordino

La  Biblioteca comunale ‘Giuseppe Ungaretti’, al Polo Culturale Artémisia, resterà chiusa da martedì 1 a venerdì 4 agosto compresi al fine di consentire il riordino e la revisione delle collezioni. La biblioteca riprenderà regolarmente l’attività sabato 5 agosto.

Per prenotarsi in questi giorni al servizio “Tatacinema”, all’interno dell’iniziativa “La bella estate 2017”  per il cinema all’aperto, è possibile inviare una mail all’indirizzo artemisia@comune.capannori.lu.it.

Torna “Dallo e vola”: Comuni della Piana e associazioni uniti per promuovere la donazione di sangue tra i giovani

Torna “Dallo e vola”: Comuni della Piana e associazioni uniti per promuovere la donazione di sangue tra i giovani

Nuovo periodo dell’anno, dal 15 luglio a 1° dicembre, e un numero maggiore di riconoscimenti: biglietti d’ingresso per il concerto dei Rolling Stones,  abbonamenti per Lucca Comics & Games, carnet di biglietti per la stagione cinematografica di Capannori e quella teatrale di Altopascio, nonché escursioni a cavallo a Pescaglia e buoni viaggio. Sono questi i principali elementi introdotti nell’edizione 2017 di “Dallo e vola”, progetto per promuovere la donazione del sangue tra i giovani della Piana di Lucca di età compresa tra i 18 e i 29 anni, nonché stili di vita sani.
Un’iniziativa rinnovata che, dopo il successo delle passate edizioni – del 2015 con 50 giovani avvicinati per la prima volta alla donazione, e del 2016 con 170 nuovi donatori – punta a far crescere il numero delle ragazze e dei ragazzi che compiono questo gesto volontario.

“Dallo e vola 2017” è frutto della sinergia tra più soggetti: l’associazione Donatori di Sangue Vallisneri, promotrice del progetto, le associazioni di donatori di sangue del territorio, che collaborano all’iniziativa, l’Azienda Usl Toscana nord ovest – ambito territoriale di Lucca tramite il Centro trasfusionale e l’Educazione alla salute, e la Conferenza zonale dei sindaci, che ha aderito al progetto, di cui fanno parte i Comuni di Capannori (capofila dell’adesione nonché il territorio in cui nel 2015 è stato sperimentato  “Dallo e vola”), Lucca, Altopascio, Montecarlo, Pescaglia, Porcari e Villa Basilica.

La nuova edizione di “Dallo e vola” è stata presentata questa mattina (14 luglio) nel palazzo municipale di Capannori dai rappresentanti dei soggetti organizzatori: Davide Del Carlo e Alessandro Bacaloni, rispettivamente presidente e vice presidente dei Donatori di Sangue Vallisneri, Gino Donati, presidente del consiglio provinciale dei donatori di sangue “Fratres”, Rosaria Bonini, responsabile del Centro trasfusionale di Lucca, Ilaria Carmassi, assessore alle finanze del Comune di Capannori, Lucia Del Chiaro, assessore alle politiche sociali e giovanili del Comune di Lucca, Ilaria Sorini, assessore al sociale del Comune di Altopascio, Lisa Baiocchi, assessore alle politiche sociali del Comune di Porcari, Andrea Bonfanti sindaco di Pescaglia e Elisa Anelli, vice sindaco del Comune di Villa Basilica.

“È una grande soddisfazione essere giunti alla terza edizione del nostro progetto – ha spiegato Davide Del Carlo, presidente dei Donatori di Sangue Vallisneri -. Significa che il suo messaggio, ossia sensibilizzare i giovani alla donazione facendo loro compiere questo gesto per la prima volta, è stato chiaro e ben compreso. I numeri lo dimostrano. Quest’anno abbiamo voluto iniziare ‘Dallo e vola’ in estate, perché i mesi più caldi dell’anno sono quelli dove c’è più bisogno di sangue. Grazie al prezioso lavoro che svolgono tutti, enti, associazioni e azienda sanitaria, puntiamo a raggiungere un numero maggiore di ragazze e ragazzi”.

“Cerchiamo sempre di avvicinare i giovani alla donazione, quindi accogliamo in maniera molto positiva questo progetto – ha aggiunto Gino Donati, presidente del consiglio provinciale dei donatori di sangue “Fratres” -. Auspichiamo che ‘Dallo e vola’ possa evolversi nelle prossime edizioni coinvolgendo anche altre fasce di età”.
“La fascia di età con più donatori è quella tra i 45 e i 55 anni. Ben vengano quindi iniziative come questa, che avvicinano i più giovani – ha aggiunto Rosaria Bonini, responsabile del Centro trasfusionale di Lucca -. Buona è anche l’idea di realizzare ‘Dallo e vola’ in estate perché questo è il periodo in cui c’è una maggiore richiesta di sangue, anche se ad oggi, per fortuna, rispetto allo scorso anno c’è un lieve aumento delle donazioni”.

“Le amministrazioni comunali sono unite nel sostenere questo progetto che lancia un segnale ben chiaro – hanno commentato i rappresentanti dei Comuni, Ilaria Carmassi, Lucia Del Chiaro, Ilaria Sorini, Lisa Baiocchi, Andrea Bonfanti ed  Elisa Anelli – La donazione del sangue è un importante gesto di solidarietà che vogliamo sostenere e incentivare. Con questa iniziativa ci rivolgiamo direttamente ai più giovani, affinché comprendano l’importanza della donazione e inizino a compierla con regolarità. ‘Dallo e vola’ è anche un modo per diffondere un altro messaggio che è legato al tema della donazione: l’importanza di adottare uno stile di vita sano”.

Come funziona. ‘Dallo e vola 2017’ è suddiviso in due fasi, ognuna delle quali offre ai giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni che donano per la prima volta la possibilità di ottenere dei riconoscimenti. La prima va dal 15 luglio al 1° settembre. Al termine saranno sorteggiati i fortunati che si aggiudicheranno due biglietti per il concerto dei Rolling Stones a Lucca, 6 abbonamenti per Lucca Comics e Games validi per due persone, un carnet di 10 biglietti per la stagione cinematografica di Capannori e due abbonamenti per la stagione teatrale di Altopascio e un’escursione a cavallo per due persone nel comune di Pescaglia.

La seconda fase parte anch’essa il 15 luglio ma termina il 1° dicembre. Alla conclusione saranno sorteggiati 15 buoni viaggio per volare in Europa; un carnet di 10 biglietti per la stagione cinematografica di Capannori e due abbonamenti per la stagione teatrale di Altopascio e un’escursione a cavallo per due persone nel comune di Pescaglia.

Condizione necessaria per partecipare a ‘Dallo è vola’ è essere residente in uno dei sette Comuni della Piana: Lucca, Altopascio, Capannori, Montecarlo, Pescaglia, Porcari e Villa Basilica. È inoltre necessario recarsi al centro trasfusionale, riempire il modulo di ‘Dallo e vola’ disponibile all’accettazione e quindi donare.

Il progetto “Dallo e vola” è nato nel 2015 su proposta dell’associazione Donatori di sangue Vallisneri condivisa con l’amministrazione comunale di Capannori, l’azienda Usl 2 di Lucca con il coinvolgimento del Centro trasfusionale e dell’Educazione alla Salute, e le altre associazioni di donatori di sangue. Dal 2016 l’iniziativa si è estesa ai Comuni della conferenza zonale della Piana.

Per informazioni: Associazione Donatori di sangue Vallisneri: 3396750981

Pin It on Pinterest

UA-103191071-1