Giulio Cappelli terzo finalista del concorso gastronomico nazionale “Il Piatto Forte”

Giulio Cappelli terzo finalista del concorso gastronomico nazionale “Il Piatto Forte”

E’ Giulio Cappelli con il piatto ‘B52’ il vincitore della terza sfida del concorso gastronomico nazionale ‘Il piatto forte’ svoltasi venerdì 21 settembre al ristorante pizzeria ‘Stefan’ di Porcari. Nella giuria tecnica erano presenti Claudio Serra, Valeriano Petrini e Maria Pia Butori.

Cappelli sfiderà gli altri due finalisti del concorso, Lorenzo Neri ed Elisa Scotti durante la finalissima in programma alla Tenuta Gaetano Spadaro a Gragnano sabato 13 ottobre.

Il piatto forte è promosso dai Donatori di sangue Vallisneri in collaborazione con il Comune di Capannori, Cir Food, Associazione cuochi lucchesi e A.I.S (Associazione Italiana Sommelier).

Consegna del premio a Villa Torrigiani per il parco privato più bello d’Italia

Consegna del premio a Villa Torrigiani per il parco privato più bello d’Italia

E’ Villa Torrigiani a Camigliano il parco privato più bello d’Italia 2018.

Il sindaco Luca Menesini ha partecipato alla cerimonia di consegna del premio: “E’ un vero onore per tutta la comunità capannorese che il parco di villa Torrigiani abbia ottenuto questo prestigioso riconoscimento. Un premio che ci inorgoglisce e che va a favore di tutto il territorio, perché contribuisce a promuovere le nostre bellezze e in particolare il sistema delle ville storiche che rappresenta uno dei principali volani di sviluppo turistico di Capannori a livello nazionale ed internazionale. Mi complimento con i proprietari di Villa Torrigiani per l’impegno, la cura e la passione con cui mantengono questo straordinario patrimonio che oggi ha ottenuto un meritato ed ambito premio”.

Anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi, amico dei proprietari della Villa, ha voluto essere presente a questa importante cerimonia e nel suo intervento ha fatto notare quanto sarebbe importante l’intervento dello Stato per aiutare i proprietari di questi parchi privati che mantengono queste ville storiche che sono anche patrimonio della collettività.

MOTIVAZIONI DELLA GIURIA
“La Villa Torrigiani costituisce un’importante presenza all’interno del sistema di ville della Lucchesia, in una posizione splendida, ai piedi delle colline, inquadrata in un armonioso paesaggio. Un maestoso viale di cipressi secolari lungo 700 metri introduce alla residenza con la sua grandiosa facciata caratterizzata da un doppio ordine di serliane.
Il giardino si caratterizza a sua volta per le sue articolate stratificazioni: se infatti l’impianto originario dei Bonvisi risale al Cinquecento, quello barocco seicentesco di Nicolao Santini, ambasciatore lucchese alla corte di Luigi XIV, si ispira al gusto francese (è stato fatto il nome di Le Nôtre), mentre quello ottocentesco del marchese Torrigiani porterà alla creazione del parco romantico secondo una moda assai diffusa nella Lucchesia.
Il prezioso giardino barocco si articola secondo un asse comprendente fontane e il bellissimo giardino di Flora, rarissimo esempio di giardino di fiori ancora conservato con il prezioso disegno delle aiuole destinate a ospitare fioriture, chiuso da un padiglione a pianta ottagonale caratterizzato da una cupola coronata dalla statua della dea e da imprevedibili giochi d’acqua. Il giardino è poi collegato con il livello soprastante, dominato dalla grande peschiera, da un articolato e scenografico sistema di scalinate a doppia rampa con statue e vasi che ospita al suo interno un percorso di grotta. Alla notevole varietà di esemplari arborei si aggiunge anche la collezione di camelie in varietà ottocentesche che fanno di questo giardino un vero capolavoro anche sotto il profilo botanico. La manutenzione del giardino da parte dei proprietari attuali Colonna di Stigliano è esemplare in quanto assicura regolari aperture al pubblico”.

Sabato 29 settembre ad Artè “Il dovere della memoria”

Sabato 29 settembre ad Artè “Il dovere della memoria”

Sabato 29 settembre ad Artè alle ore 21.15 si svolgerà l’iniziativa ‘Il dovere della memoria’. La storia della Grande Guerra raccontata con Canti ed immagini
La Corale “Giacomo Puccini” di Camigliano dedica la seconda serata della 40ª Rassegna Corale Camiglianese  al Centenario della fine della Grande Guerra, in collaborazione con l’associazione Culturale Ponte e con il Coro “Brianza di Missaglia (Lecco)

Pin It on Pinterest

UA-103191071-1